ROAD SHOW Possibile, Bologna edition

ManifestoCare tutte e cari tutti,

 siete tutti invitati al “ROAD SHOW Possibile, Bologna edition: idee per una città possibile” per domenica 29 novembre, dalle 15 alle 19 presso La Scuderia di Piazza Verdi 2 (qui l’evento facebook).
Noi ci mettiamo il tavolo, venite con le idee!
Mettere insieme le idee, unire le esperienze, darsi da fare. Questo è lo spirito con cui Possibile si presenta alla città, con il Road Show che stiamo facendo un po’ in tutta Italia, nell’intento di offrire un contributo alla riflessione sul futuro di Bologna.
Per questa ragione facciamo un invito aperto a tutti, comprese le associazioni, le organizzazioni della società civile e del mondo produttivo a portare le proprie idee, esperienze e proposte.
Ecco come funziona: 5 tavoli per 5 macrotemi
– Diritti ed inclusione
– Sviluppo culturale, università e innovazione
– Mobilità sostenibile e conversione ecologica
– Beni comuni e servizi pubblici
– Città metropolitana e riqualificazione urbana
Ad ogni tavolo un facilitatore, e uno o più relatori che porteranno la loro esperienza e ascolteranno le idee di chi partecipa, dando una mano a trasformarle in proposte. Alla fine, una breve restituzione di quanto emerso dal confronto, a cura di una persona scelta per ogni tavolo.
Parteciperanno ai tavoli anche:
Elly Schlein, Christian Raimo, Vincenzo Balzani, Alberto Ronchi, Stefania Pellegrini, Rosa Ugolini, Cathy La Torre, Libero Mancuso, Marco Boschini, Igor Taruffi, Alessandra Bonoli, Fabrizio Crasta, Andrea Ronchi, Jan Nawazi, Andrea Taglio, Mirco Pieralisi e tanti altri.
L’incontro è aperto a tutti coloro che vorranno partecipare (o anche solo semplicemente curiosare), ma per aiutarci a organizzare al meglio l’iniziativa, potete già preregistrarvi ad uno dei 5 tavoli a questo link.
Vi aspettiamo numerosi!

Il comitato di Modena Possibile agli stati generali

Foto2

Una folta rappresentanza modenese ha partecipato sabato scorso agli Stati Generali che hanno deliberato la nascita di “Possibile”, nuovo partito della sinistra. Erano presenti più di mille delegati giunti da tutta Italia, in rappresentanza di circa 200 comitati e di più di 5000 tesserati. Non pochi, se si pensa che il movimento ha solo alcuni mesi di vita e si è attivato con la raccolta di firme durante l’estate per 8 referendum abrogativi, di cui poco o nulla si è parlato nei media nazionali. “La caratteristica di Possibile è proprio quella di essere un movimento che nasce dal basso, dal contatto con le persone e i loro bisogni” dicono i modenesi in trasferta all’Arenile di Bagnoli, dove si sono svolti gli Stati Generali. Ed infatti per tutta la giornata si sono succeduti sul palco rappresentanti di Comitati e singoli iscritti che hanno portato proposte per costruire la piattaforma programmatica di Possibile, che sarà discussa nei comitati e in rete e votata al prossimo Congresso in gennaio/febbraio. Sono stati molto applauditi gli interventi di Pippo Civati ed Elly Schlein, che hanno proposto alcuni temi (eguaglianza che si coniuga con la libertà, con i diritti al lavoro, alla casa, all’istruzione, l’indipendenza energetica, no alla guerra, solo per citarne alcuni) e lanciato un “ponte” verso gli altri movimenti della sinistra, contro le larghe intese.
Hanno partecipato alla convention di Possibile i modenesi Valeria Codeluppi, Cristiano Di Gioia, Alberto Fognani, Daniele Garuti, Maria Laura Marescalchi, Giovanni Martino, Alessandro Riccò, Patrizia Rubbiani, Daniela Stradi.

Firma la petizione

Domenica 8 novembre saremo di nuovo in piazza, a fianco di Max e di tutti coloro che vogliono la calendarizzazione della Lip, legge di iniziativa popolare sul “Fine vita” per la libertà di scelta in uno stato laico, sottoscritta da oltre 70mila persone. Al momento solo capogruppo di Sel, Arturo Scotto, si è detto favorevole alla sua immediata calendarizzazione. Latitano molti altri e soprattutto i capigruppo di maggioranza. Ed è ovvio che se non ci sono i capigruppo di maggioranza a dichiararsi a favore della calendarizzazione nell’ambito della conferenza dei capigruppo, non si va da nessuna parte, perché se non c’è la maggioranza non ci sono i numeri.

Saremo presenti:

Domenica Mattina in piazza a Montefiorino

Domenica Pomeriggio in piazza a Palagano

Vuoi saperne di più? Scarica i seguenti documenti: Petizione_IoStoConMax          Cronaca_Percorso_Lip

Petizione_IoStoConMa

Modena Possibile Insieme a CDC

Modena Possibile continua la battaglia contro l’Italicum, insieme al Coordinamento per la Democrazia Costituzionale e vi invita a partecipare all’incontro che si terrà venerdì 6 novembre, alle 20:30, presso la Sala Ulivi (Via Ciro Menotti 137, Modena), con Sandra Bonsanti (Libertà e Giustizia), Monica Minnozzi (ANPI), Lara Trucco (Università di Genova). Coordina Mauro Sentimenti (coautore del ricorso nazionale contro l’Italicum).CoordDemocraziaCostituzionale

 

Firma la petizione, per Max, per l’Eutanasia legale. Per una rivoluzione laica, morale e solidale

70x100_Petizione_IoStoConMax“Ho voglia di realizzare il mio sogno da ragazzino, e che mi ha accompagnato fino a dopodomani.
Scatenare una rivoluzione laica, morale e solidale”. Sono le parole di Massimo Fanelli, colpito da Sla tre anni fa e in prima linea per la calendarizzazione della Lip, legge di iniziativa popolare, sul “Fine vita” che giace, ignorata, in Parlamento dal 13 dicembre 2013.

Possibile è al suo fianco, fin da quando Pippo Civati ha rivolto una proposta, sotto forma di referendum, ai capigruppo di Camera e Senato affinché venga messo finalmente in calendario e discusso il progetto di legge sul rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell’eutanasia, promosso dall’Associazione Luca Coscioni e dal Comitato Eutanasia Legale.

«Il Parlamento non dovrebbe ignorare il problema delle scelte di fine vita ed eludere un sereno e approfondito confronto di idee su questa materia. Richiamerò su tale esigenza l’attenzione del Parlamento». Questo è il monito di Giorgio Napolitano, è del marzo 2014, e anche questo è rimasto inascoltato.

Ieri Pippo Civati, insieme a Max Fanelli ha chiesto “con il dovuto rispetto” al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, se non intenda rinnovare questo appello, facendolo proprio e invitando le Camere a calendarizzare e discutere la legge di iniziativa popolare sottoscritta da 70.000 cittadine e cittadini. Basta poco: che i capigruppo di maggioranza acconsentano.

Nei weekend di ottobre siamo in piazza, in tutte le piazze, da quelle virtuali a quelle delle nostre città, a fianco di Max. Prima il tweetbombing ai capigruppo, poi i banchetti informativi, dove abbiamo raccolto solidarietà e vicinanza a volte inaspettate.

Saremo ancora in piazza, da sabato 31 ottobre, e ancora i prossimi fine settimana, con una petizione da sottoscrivere, per sollecitare la Camera e in particolare la presidente On. Laura Boldrini, che ha conosciuto personalmente Massimo Fanelli e ha promesso il suo impegno per portare avanti la sua battaglia per “la dignità di sentirci uomini capaci di pensieri e decisioni”.

Modena Possibile sarà ancora in piazza, nei prossimi fine settimana, con una petizione da sottoscrivere, per sollecitare la Camera e in particolare la presidente On. Laura Boldrini, che ha conosciuto personalmente Massimo Fanelli e ha promesso il suo impegno per portare avanti la sua battaglia per “la dignità di sentirci uomini capaci di pensieri e decisioni”.