Archivi categoria: Politica

Inizia il percorso della lista di sinistra a Modena

Sabato 25 novembre si è tenuta l’assemblea “Per una Nuova Proposta” di Modena, il primo evento unitario verso le elezioni politiche del 2018 promosso da Articolo 1, Possibile e Sinistra Italiana.

Nel corso dell’assemblea (la registrazione è disponibile qui), alla quale hanno partecipato oltre 200 persone, si è discusso della situazione politica italiana e locale, dei temi del lavoro (in particolare con l’intervento di Umberto Franciosi, segretario generale FLAI-CGIL Emilia-Romagna, sulla vertenza Castelfrigo; qui un aggiornamento della Gazzetta di Modena sulla vertenza), dell’ambiente, della crisi e delle migrazioni. In apertura è stato presentato un documento sulla parità di genere.

Numerosi gli ordini del giorno presentati, che toccano i temi del biotestamento, della previdenza, del lavoro povero e del salario minimo, del pareggio di bilancio, della condizione giovanile e dello ius soli. Significativa per le prossime fasi del percorso unitario è stata l’approvazione di un odg che chiede un impegno a tutti i livelli per una selezione democratica e partecipata delle candidature al Parlamento.

Al termine della discussione è stata votata la lista dei delegati all’Assemblea nazionale del 3 dicembre a Roma.

Di seguito il comunicato stampa pubblicato a conclusione dell’evento.

 

Un nuovo campo di sinistra, largo, inclusivo e plurale, è quello che sarà rappresentato a Roma il 3 dicembre dai 19 delegati/e votati/e ieri in assemblea a Modena, da una sala composta da diverse organizzazioni del mondo associativo, sociale, ambientalista, sindacale, liste civiche provinciali a partire da per me Modena e Vignola Cambia. Quello modenese è infatti un percorso che già da mesi ha visto strutturarsi un allargamento comprensivo di diverse componenti andate oltre i tre ‘promotori’ ovvero: Articolo Uno-Mdp; Sinistra Italiana; Possibile.

Delegati e delegate:
Cesare Galantini, assessore al Comune di Carpi
Nadia Zinnai, architetta, Carpi
Maurizio Montanari psicanalista, Savignano s/P
Ornella Orru, medico, Maranello
Grigorij Filippo Calcagno, studente universitario, Modena
Camilla Scarpa, studentessa universitaria, Modena
Andrea Bosi, assessore al comune di Modena
Sandra Mattioli, artigiana tessile, Modena
Paolo Trande, medico, capogruppo consiglio comunale, Modena
Francesca Garagnani, dipendente pubblica Modena
Marco Chincarini, imprenditore, consigliere comunale, Modena
Maria Laura Marescalchi, professoressa di liceo, Modena
Simone Fana, formatore, Modena
Ornella Bonacina, pensionata, Formigine
Diego Capponi, delegato FLAI-CGIL Progetto carni, San Cesario s/P
Simona Basolu, impiegata, Sassuolo
Fausto Gianelli, avvocato, Pavullo
Claudio Riso, segretario FLC-CGIL Modena
Emilio Marzani, pensionato, Sassuolo

Delegati e delegate porteranno a Roma, in rappresentanza del territorio, i contenuti degli ordini del giorno votati all’unanimità in assemblea, che rappresentano i contributi politici da discutere sul piano nazionale a riguardo di: testamento biologico; condizione giovanile, disoccupazione e povertà; Ius soli; Fiscal Compact; previdenza e appoggio alla manifestazione della Cgil del prossimo 2 dicembre; lavoro, disuguaglianze ed estensione dei salari previsti dai CCNL; sistema di partecipazione e democrazia interna che compensi il Rosatellum.

Votato all’unanimità in apertura di assemblea l’odg sulla violenza contro le donne e le discriminazioni di genere che verrà assunto come impegno formale e programmatico della nuova sinistra unita.

ROAD SHOW Possibile, Bologna edition

ManifestoCare tutte e cari tutti,

 siete tutti invitati al “ROAD SHOW Possibile, Bologna edition: idee per una città possibile” per domenica 29 novembre, dalle 15 alle 19 presso La Scuderia di Piazza Verdi 2 (qui l’evento facebook).
Noi ci mettiamo il tavolo, venite con le idee!
Mettere insieme le idee, unire le esperienze, darsi da fare. Questo è lo spirito con cui Possibile si presenta alla città, con il Road Show che stiamo facendo un po’ in tutta Italia, nell’intento di offrire un contributo alla riflessione sul futuro di Bologna.
Per questa ragione facciamo un invito aperto a tutti, comprese le associazioni, le organizzazioni della società civile e del mondo produttivo a portare le proprie idee, esperienze e proposte.
Ecco come funziona: 5 tavoli per 5 macrotemi
– Diritti ed inclusione
– Sviluppo culturale, università e innovazione
– Mobilità sostenibile e conversione ecologica
– Beni comuni e servizi pubblici
– Città metropolitana e riqualificazione urbana
Ad ogni tavolo un facilitatore, e uno o più relatori che porteranno la loro esperienza e ascolteranno le idee di chi partecipa, dando una mano a trasformarle in proposte. Alla fine, una breve restituzione di quanto emerso dal confronto, a cura di una persona scelta per ogni tavolo.
Parteciperanno ai tavoli anche:
Elly Schlein, Christian Raimo, Vincenzo Balzani, Alberto Ronchi, Stefania Pellegrini, Rosa Ugolini, Cathy La Torre, Libero Mancuso, Marco Boschini, Igor Taruffi, Alessandra Bonoli, Fabrizio Crasta, Andrea Ronchi, Jan Nawazi, Andrea Taglio, Mirco Pieralisi e tanti altri.
L’incontro è aperto a tutti coloro che vorranno partecipare (o anche solo semplicemente curiosare), ma per aiutarci a organizzare al meglio l’iniziativa, potete già preregistrarvi ad uno dei 5 tavoli a questo link.
Vi aspettiamo numerosi!

Il comitato di Modena Possibile agli stati generali

Foto2

Una folta rappresentanza modenese ha partecipato sabato scorso agli Stati Generali che hanno deliberato la nascita di “Possibile”, nuovo partito della sinistra. Erano presenti più di mille delegati giunti da tutta Italia, in rappresentanza di circa 200 comitati e di più di 5000 tesserati. Non pochi, se si pensa che il movimento ha solo alcuni mesi di vita e si è attivato con la raccolta di firme durante l’estate per 8 referendum abrogativi, di cui poco o nulla si è parlato nei media nazionali. “La caratteristica di Possibile è proprio quella di essere un movimento che nasce dal basso, dal contatto con le persone e i loro bisogni” dicono i modenesi in trasferta all’Arenile di Bagnoli, dove si sono svolti gli Stati Generali. Ed infatti per tutta la giornata si sono succeduti sul palco rappresentanti di Comitati e singoli iscritti che hanno portato proposte per costruire la piattaforma programmatica di Possibile, che sarà discussa nei comitati e in rete e votata al prossimo Congresso in gennaio/febbraio. Sono stati molto applauditi gli interventi di Pippo Civati ed Elly Schlein, che hanno proposto alcuni temi (eguaglianza che si coniuga con la libertà, con i diritti al lavoro, alla casa, all’istruzione, l’indipendenza energetica, no alla guerra, solo per citarne alcuni) e lanciato un “ponte” verso gli altri movimenti della sinistra, contro le larghe intese.
Hanno partecipato alla convention di Possibile i modenesi Valeria Codeluppi, Cristiano Di Gioia, Alberto Fognani, Daniele Garuti, Maria Laura Marescalchi, Giovanni Martino, Alessandro Riccò, Patrizia Rubbiani, Daniela Stradi.